martedì 21 ottobre 2014

Il progresso della stampa digitale

Il progresso della stampa digitale
Visualizza Album Fotografico

La nostra Associazione continua a distinguersi nell’attuazione di un nutrito programma di attività formative al servizio della Comunicazione Grafica in ambito scolastico e professionale. Nel quadro di tale programma, Sabato 11 Ottobre nell’Aula Magna del Planetario di Modena si è svolta una Lezione tecnica incentrata sugli sviluppi della Stampa Digitale con un approfondimento dei noti documenti TAGA.DOC.12 e TAGA.DOC.15 dedicati rispettivamente alla Stampa Elettrofotografica a colori ad alta produttività e all’allineamento della Stampa Digitale secondo la norma ISO 12647-7.

Protagonista dell’evento – che ha registrato la presenza di circa 30 operatori del settore e oltre 100 studenti delle scuole "Fermo Corni", "Aldini Valeriani" e "Venturi" – è stato Alessandro Mambretti, Production Printing Specialist di Ricoh Italia, coadiuvato dal Prof. Adalberto Monti, Vice Presidente di Taga Italia. Piena collaborazione è stata fornita dall’Associazione Poligrafici Modenesi e dall’Associazione delle Arti Grafiche di Bologna.

Il relatore ha illustrato con abilità e competenza gli aspetti che caratterizzano il crescente progresso della Stampa Digitale rispondendo alle esigenze di operatori e utilizzatori ed ha sviluppato tre concetti fondamentali: “come sceglierla, come gestirla, come valorizzarla”. Mambretti ha ricordato che la Stampa Digitale riguarda tecnologie e mercati differenti; pertanto la scelta è strategica e deve essere compiuta in funzione di scelte di mercato e logiche di produzione. Il campo di studio comprende una varietà di argomenti, dai supporti ai servizi, dalle macchine ai fornitori, dalla continuità con il pregresso produttivo all’integrazione con altre tecnologie e impone distinzioni in termini di qualità, identificazione, adattabilità, logistica.

Dopo aver analizzato e illustrato le diverse tecnologie presenti nel sistema di Stampa Digitale, dall’elettrofotografia all’inkjet, e la molteplicità delle macchine presenti nel mercato, il relatore ha sottolineato che il processo digitale rappresenta il percorso più breve tra i dati e il supporto (carta o materiale plastico) escludendo la presenza di una forma-matrice e l’impiego di lavorazioni intermedie e si presta ad un ampia gamma di applicazioni. Tra i parametri di valutazione della qualità e della produttività, sono evidenti la pulizia e definizione degli elementi grafici, la fedeltà e profondità cromatica, la stabilità cromatica e la precisione di registro colore. In merito al noto argomento esclusivo del sistema digitale - la stampa a dati variabili - è stato rilevato che essa è strettamente legata alla gestione dei database, richiede un’attenta analisi delle richieste del cliente ed un più stretto rapporto tra cliente, grafico e stampatore, oltre ad una chiara definizione del flusso 
di lavoro e controllo. La lezione si è conclusa con un vivace e stimolante dibattito ed ha registrato la piena soddisfazione degli intervenuti e soprattutto, degli insegnanti delle scuole che hanno messo a disposizione di TAGA Italia gli spazi dedicati all’evento.

Di seguito il link della presentazione: “Il progresso della stampa digitale”